Buca del Corno

img
img
img

Grotta

Buca del Corno



La Grotta

  • La Grotta

    La storica cavità, nota con il nome di «Buca del Corno», ha da sempre rivestito nel territorio un ruolo molto importante, da semplice riparo e luogo sacro nell’antichità, a interessantissima fonte di notevoli spunti geologici, archeologici, paleontologici e naturalistici, nell’ultimo cinquantennio. Parallelamente all’aumentata importanza che sembrava sempre più rivestire da un punto di vista scientifico, negli anni si è affiancato un nuovo interesse, teso alla valorizzazione turistica del sito, soprattutto ad opera di un gruppo di volontari (il Gruppo Guide) che, dagli anni ‘90 ha sviluppato e coordinato, in concerto con l’amministrazione comunale, un servizio di visite guidate alla grotta. La passione con cui questa attività veniva portata avanti con successo diventava sempre più motore primo di nuove iniziative di valorizzazione e consentiva una divulgazione anche di stampo didattico. Nella cavità, non particolarmente ricca in sfarzose concrezioni, vengono valorizzate enormemente le sue splendide morfologie non tanto sotto il profilo estetico quanto in riferimento al fenomeno, molto particolare, che si suppone debba averle generate.

  • La Grotta e l'Acqua

    La grotta presenta dei grandi ambienti, con svariate diramazioni, e spunti affascinanti soprattutto relativamente al suo fenomeno speleogenetico, a tratti piuttosto complesso. Inoltre è «attiva», cioè è percorsa da un corso d’acqua che può raggiungere discrete portate in caso di abbondanti precipitazioni.

    Erosione dell'Acqua Il corso d’acqua si riversa nella cavità da un enorme inghiottitoio, non visitabile perché sito in terreno privato oltre i confini del parco. In tale frangente, la visita alla cavità risulta ancora più affascinante, visto che dai tanti arrivi laterali si attivano dei piccoli corsi d’acqua che si riversano nella condotta principale, che é di dimensioni notevoli. L’ambiente sotterraneo è ricco di vita che è sostenuta principalmente dal corso d’acqua che dall’esterno veicola tutto il materiale organico presente in superficie, sostenendo la nutrita fauna sotterranea, sia troglofila che troglobia, che abita stabilmente nella Buca del Corno.

  • Il Plastico

    Presso la Sala Civica consiliare, negli orari previsti di apertura, è possibile osservare l’opera aggiornata e in originale realizzata dall’Associazione Sebynica. Si tratta di un plastico che riproduce fedelmente l’ambiente esterno alla grotta, mostrando in 3D il suo sviluppo completo in pianta e la sua effettiva altimetria (dislivello). La visita poi viene consigliata perché, in tale sede c’è un autentico capolavoro ligneo, cioè la bella Cattedrale in Miniatura di Giovan Battista Mutti. Questo monumento in scala, è la fedele riproduzione di una cattedrale, comprendente anche gli elementi architettonici e di arredo interni: altari, coro, banchi, paramenti e affreschi.

  • Materiale Informativo

    Scarica qui il pieghevole

La Nuova Topografia

Rilievo

Il Progetto

  • La Storia

    Nel mese di maggio 2014, la Fondazione Comunità Bergamasca ONLUS, il Comune di Entratico e il Lions Club sezione Val Calepio e Val Cavallina, cofinanziavano un progetto di valorizzazione, proposto dall’Assocazione Sebynica, una realtà locale composta da appassionati speleologi. Il progetto ha previsto la creazione di un rinnovato percorso turistico/didattico, con diversi punti sosta presso i quali sono stati posizionati nuovi pannelli informativi che, tramite testi e immagini, accompagnano il visitatore in un autentico viaggio nel particolarissimo fenomeno locale.

  • Il nuovo percorso Turistico

    1. Il Bosco di Entratico
    2. Il Territorio della Buca del Corno
    3. L’Approccio Speleologico
    4. Il rilievo topografico della Buca del Corno
    5. Sala Altare: le Emergenze Archeologiche
    6. Speleogenesi: la visione dello speleologo
    7. Speleogenesi: le sculture della grotta
    8. Speleogenesi: fossili e gallerie freatiche
    9. Speleogenesi: la Sala del Vortice
    10. Biospeleologia: i Troglobi
    11. Biospeleologia: i Troglofili
    12. La Frana Terminale: frontiere esplorative

  • Il Parco Esterno

    Fuori dalla cavità, un parco ben attrezzato con tavoli e griglie per barbecue, consente di godere della tranquillità della natura prima o dopo la visita alla grotta. E’ uno spazio ideale per scolaresche, gruppi e famiglie: un’oasi fresca e riposante a pochi minuti dalla Strada Statale 42 che sale da Bergamo lungo la Val Cavallina.

  • Le visite

    Il servizio di visita guidata è svolto sia dal Gruppo Guide Volontarie del Comune che dai soci dell’Associazione Sebynica. All’ingresso della cavità sarà presente un incaricato del Comune che fornirà tutte le indicazioni per la visita. In caso di condizioni di forte maltempo, le visite non vengono effettuate. Per ulteriori informazioni, si consiglia di visitare il sito www.sebynica.com

  • Contatti e Informazioni Utili

    La grotta si può visitare tutto l’anno su prenotazione contattando:
    - il Comune di Entratico (Bg): 035.942021 (orari di ufficio)
    - l’ Associazione Sebynica: 035.986464 (orari di ufficio)

    338.3801340 (Sig. Maurizio)
    333.6269835 (Sig. Massimo)

    Gruppo Guide Volontarie

    Solo giorni festivi da Aprile a Settembre
    dalle ore 14:00 alle ore 17:00

    Associazione Sebynica

    Tutto l'anno su prenotazione.

  • Enti coinvolti nel Progetto

    Percorso Turistico Percorso Turistico Percorso Turistico Percorso Turistico

Video

Raccolta di Video e Contenuti multimediali relativi alla Buca del Corno
  • Servizio Bergamo TV

    Bergamo TV
La Galleria Iniziale

La Galleria Iniziale

Grande galleria formata da scorrimento di enormi masse d'acqua a pressione, tipiche di falde acquifere profonde.

La Galleria Iniziale

Grande galleria formata da scorrimento di enormi masse d'acqua a pressione, tipiche di falde acquifere profonde.

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

L'ingresso

L'ingresso della Buca del Corno, visto dall'interno durante la stagione invernale

L'ingresso

L'ingresso della Buca del Corno, visto dall'interno durante la stagione invernale

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Il Ramo Alto

Le pareti dei cunicoli mettono in evidenza le stratificazioni della roccia calcarea

Il Ramo Alto

Le pareti dei cunicoli mettono in evidenza le stratificazioni della roccia calcarea

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Il Ramo Alto

Sopra la Sala del Vortice ci sono diramazioni ormai fossili di rara bellezza morfologica

Il Ramo Alto

Sopra la Sala del Vortice ci sono diramazioni ormai fossili di rara bellezza morfologica

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Meandro della Doppia Esse

Giochi di luce rendono affascinanti le sezioni delle gallerie

Meandro della Doppia Esse

Giochi di luce rendono affascinanti le sezioni delle gallerie

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Sala della cascata

La bella colata concrezionale, alta circa 10 metri, visibile nella prima parte del percorso turistico.

Sala della cascata

La bella colata concrezionale, alta circa 10 metri, visibile nella prima parte del percorso turistico.

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Ramo Alto

Tipiche "condotte forzate", dove l'acqua scorreva a pieno carico.

Ramo Alto

Tipiche "condotte forzate", dove l'acqua scorreva a pieno carico

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Salamandra salamandra

È un anfibio tipico dei boschi e si trova in aree con maggiore umidità. Si può osservare facilmente lungo le pareti della grotta o sui detriti vegetali che vengono trasportati al suo interno.

Salamandra salamandra

È un anfibio tipico dei boschi e si trova in aree con maggiore umidità. Si può osservare facilmente lungo le pareti della grotta o sui detriti vegetali che vengono trasportati al suo interno.

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Meandro della Doppia Esse

A metà percorso, una galleria a forma meandriforme, con belle colate concrezionali.

Meandro della Doppia Esse

A metà percorso, una galleria a forma meandriforme, con belle colate concrezionali.

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Sala del Vortice

L'ambiente più vasto della grotta, in cui si possono vedere i diversi livelli di scorrimento delle acque e importanti fenomeni di crollo.

Sala del Vortice

L'ambiente più vasto della grotta, in cui si possono vedere i diversi livelli di scorrimento delle acque e importanti fenomeni di crollo.

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Dolicopoda ligustica septentrionalis

Cavalletta (Ortottero) che si può osservare in tutta la grotta. Le sue zampe molto allungate indicano adattamento alla vita in grotta.

Dolicopoda ligustica septentrionalis

Cavalletta (Ortottero) che si può osservare in tutta la grotta. Le sue zampe molto allungate indicano adattamento alla vita in grotta.

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Sala della Cascata

Esplorazione degli ambienti soprastanti con tecniche speleologiche.

Sala della Cascata

Esplorazione degli ambienti soprastanti con tecniche speleologiche.

La Galleria Iniziale
La Galleria Iniziale

Androniscus sp

Crostaceo isopode completamente depigmentato, che corre lungo le pareti della grotta.

Androniscus sp

Crostaceo isopode completamente depigmentato, che corre lungo le pareti della grotta.

La Galleria Iniziale

Contatti

Buca del Corno - Entratico (BG).

  • +39 035 942021
  • Via del Corno, 12
  • info@bucadelcorno.com
Comune di Entratico (Bg): 035.942021 (orari di ufficio)
Associazione Sebynica: 035.986464 (orari di ufficio)

338.3801340 (Sig. Maurizio)
333.6269835 (Sig. Massimo)

Copyright

Tutti i testi e le foto presenti nel sito appartengono a Sebynica e al Comune di Entratico. Ogni utilizzo non autorizzato sarà perseguito a norma di legge. L’utilizzo delle immagini riportate nel portale è parimenti vietato salvo autorizzazione.


All the texts and the pictures in the portal belongs to Sebynica and the "Comune of Entratico". it cannot be copied, published or partly used without written consense.